visto K-1 per ingresso USA

90 giorni per innamorarsi, dalla TV alla realtà americana

Probabilmente molti di voi conoscono già questo reality statunitense, prodotto dal 2014 e arrivato ormai alla settima stagione con 79 episodi finora registrati. Diciamo subito che il termine “reality” è decisamente forzato, dal momento che in buona parte si tratta di una fiction vera e propria, basata magari su storie private reali, ma non così ricche di colpi di scena ed effetti speciali come vogliono far credere i produttori di questa serie televisiva.

Come funziona il permesso di ingresso negli USA

Prendendo spunto da quel programma, in questo articolo vorremmo spiegarvi quali sono le regole alla base dei permessi che gli USA concedono agli stranieri per l’ingresso nel loro territorio. Nel caso specifico, parliamo di un permesso temporaneo, della durata di 90 giorni, entro i quali una coppia mista (americano e straniero) dovrà sposarsi.

green card visto K-1
Visto di ingresso K-1

Il visto K-1 è un visto rilasciato al fidanzato o alla fidanzata di un cittadino statunitense per entrare appunto negli Stati Uniti. Il visto K-1 prevede che lo straniero debba sposare il suo richiedente (cittadino statunitense) entro 90 giorni dall’ingresso o di lasciare lo stato in caso contrario. Una volta che la coppia si è sposata, il cittadino straniero può modificare il suo stato civile e diventare residente permanente e legale negli Stati Uniti (titolare quindi della famosa Green Card). Sebbene un visto K-1 sia legalmente classificato come visto per non immigrato, di solito porta a importanti vantaggi in materia di immigrazione ed è quindi spesso elaborato dalla sezione visti per gli immigrati delle ambasciate e dei consolati degli Stati Uniti in tutto il mondo.

90 giorni per innamorarsi
Qualche numero sui visti K-1

Nel 2014 il Dipartimento di Stato ha rilasciato un totale di 35.925 visti K-1 a fidanzati di cittadini statunitensi. Includendo altre categorie di persone ad esse collegate, come i figli naturali dello straniero fidanzato, sono stati rilasciati un totale di 41.488 visti di categoria K-1. Nel 2018, il costo totale per tutte le parti del visto K-1 era di 2.025 USD.

Storia del visto K-1

La categoria dei visti K è stata istituita nel 1970, durante il coinvolgimento degli Stati Uniti nella guerra del Vietnam. Le forze armate statunitensi richiedevano che i cittadini vietnamiti che desideravano sposare un soldato americano ottenessero sia un visto di uscita dalle autorità vietnamite sia un visto di immigrazione dall’ambasciata degli Stati Uniti. L’ottenimento di questi documenti era un processo che richiedeva molto tempo e comportava l’acquisizione di tantissime autorizzazioni mediche e militari per il cittadino vietnamita e per quello americano, innumerevoli certificati di ambasciata notarili.

visto per immigrati USA

Molte coppie quindi non riuscivano a completare il processo prima che il soldato dovesse ripartire per gli Stati Uniti. Nel 1970, circa 100 coppie americano-vietnamite si trovarono in questa situazione, determinando una considerevole corrispondenza del Congresso con l’Ambasciata. Il 7 aprile 1970, il Congresso approvò così la legge pubblica 91-225, che modificò l’Immigration and Nationality Act del 1952 e creò la categoria dei visti K.

Cosa succede attualmente

Oggi, la legge degli Stati Uniti consente a un cittadino americano in diversi modi di presentare una istanza al governo affinché una persona cara straniera possa immigrare negli Stati Uniti. I visti di immigrazione sono disponibili per un americano per sposare il proprio coniuge in un paese straniero e quindi presentare una istanza in favore del coniuge per immigrare negli Stati Uniti. I coniugi di cittadini statunitensi ricevono così una corsia preferenziale per immigrare negli Stati Uniti. Tuttavia, in alcuni casi un cittadino straniero e un cittadino americano non possono sposarsi legalmente in un paese straniero, anche se il matrimonio non avrebbe impedimenti legali negli Stati Uniti. Ad esempio, alcuni paesi richiedono il permesso di un genitore di sposarsi anche per gli adulti o vietano di sposare qualcuno dello stesso sesso o al di fuori della propria religione o gruppo etnico. Inoltre, alcune coppie preferiscono sposarsi negli Stati Uniti. È in queste circostanze che un visto K-1 è particolarmente utile.

Come otterene VISA per USA
Processo di richiesta di un visto K-1

Prima di richiedere un visto K-1, una coppia deve essersi vista di persona entro 2 anni prima della richiesta. È importante raccogliere le prove documentali o fotografiche prima di procedere con la richiesta e includere queste prove nell’istanza. La mancata fornitura della prova di essersi incontrati di persona può comportare una RFE (Request for Evidence) più avanti nel processo.

Il cittadino americano inizia la procedura di richiesta del visto K-1 per conto di un fidanzato straniero (“beneficiario”) compilando il modulo I-129F (Petition for Alien Fiancé) unitamente al modulo I-134 (Affidavit of Support). Le istruzioni ufficiali sono disponibili sul sito web dell’USCIS o sul sito web del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti. Nessun avvocato o altro intermediario è necessario per presentare la richiesta di concessione del K-1, tuttavia alcuni scelgono di assumere un avvocato o un’agenzia di gestione dei documenti per aiutare con le pratiche burocratiche e facilitare il processo.

Dopo che la domanda è stata ricevuta dall’USCIS e pagati i dovuti contributi, viene in genere scansionata e viene avviata la procedura di verifica di tutti gli incartamenti. Al richiedente viene fornito un avviso con un numero di ricevuta. Questo avviso è in genere chiamato NOA1, così chiamato perché di solito è il primo avviso di azione (NOA) che il firmatario riceve.

procedure per visto K-1

Una volta che una richiesta di visto è stata approvata o rifiutata dal centro servizi USCIS, al firmatario viene inviato un avviso tipicamente denominato NOA2 per notificarlo dell’approvazione o del rifiuto dell’istanza. L’approvazione della richiesta non garantisce la concessione del visto. Se la richiesta viene approvata, viene poi inviata al Centro Nazionale Visti del Dipartimento di Stato, che a sua volta la inoltra all’Ambasciata o al Consolato più vicino al fidanzato straniero. L’Ambasciata o il Consolato notificherà al fidanzato straniero che una richiesta è stata ricevuta e fornirà informazioni su come programmare un esame medico con il medico autorizzato e come fissare un appuntamento per il colloquio per il visto presso l’Ambasciata e quale documentazione portare con il fidanzato straniero al colloquio.

La petizione I-129F è valida per quattro mesi dalla data di approvazione da parte dell’USCIS. Il fidanzato straniero ha quindi quattro mesi di tempo per richiedere un visto K-1 compilando il modulo DS-160, Domanda di visto per non immigranti, online. Un funzionario consolare può potenzialmente estendere la validità della petizione se scade prima del completamento dell’elaborazione del visto.

Al colloquio per il visto un funzionario consolare esamina i documenti che sia il firmatario americano che il fidanzato straniero hanno presentato. L’ufficiale consolare cerca prove di una relazione e pone domande al fidanzato straniero per stabilire se esiste una relazione affettiva reale tra i due. In genere, le ambasciate richiedono che i fidanzati portino le prove della loro relazione al colloquio, come fotografie assieme, corrispondenza tra i due, prove di transazioni economiche al fidanzato, bollette telefoniche che mostrano le chiamate reciproche, ecc. la prova del reddito viene esaminata per assicurare che il firmatario soddisfi i requisiti di reddito minimo. L’attuale requisito è che il reddito del firmatario soddisfi o superi il 100% delle linee guida statunitensi sulla povertà. In alcuni casi può essere utilizzato un garante per soddisfare questo requisito.

Alcuni paesi hanno requisiti aggiuntivi specifici. Le Filippine, ad esempio, non hanno il divorzio legale e quindi deve essere fornito un CENOMAR (Certificato di non matrimonio) per dimostrare l’idoneità al matrimonio.

Una volta terminato il colloquio, se l’ufficiale consolare è convinto di un rapporto in buona fede che soddisfi tutti i requisiti legali, può rilasciare il visto. Il funzionario può anche richiedere la presentazione di ulteriori prove prima di prendere una decisione. Se invece non ritiene che il rapporto sia in buona fede o trova qualche impedimento legale al rilascio del visto, la richiesta verrà restituita all’USCIS per la revoca e non verrà rilasciato alcun visto.

Un visto K-1 è stampato su un’etichetta autoadesiva, simile a un visto turistico, ma annotato con il nome del firmatario. L’etichetta è apposta sul passaporto della fidanzata. È valido per un ingresso negli Stati Uniti entro sei mesi dalla data di emissione.

Il tempo totale dal deposito della richiesta iniziale all’effettivo rilascio del visto può variare, ma attualmente viene completato in media in circa otto mesi. Il tempo dipende in parte dalla velocità di elaborazione del centro USCIS che riceve la richiesta di visto, nonché dalla disponibilità di appuntamenti presso l’Ambasciata o il Consolato più vicino al fidanzato straniero. I richiedenti visti e il loro fidanzato possono evitare ritardi inutili assicurandosi che le loro domande siano compilate completamente e accuratamente e programmando gli appuntamenti necessari con il medico e l’ambasciata degli Stati Uniti non appena siano idonei a farlo.

90 giorni per innamorarsi goeffrey
Requisiti per un visto K-1

Entrambi i fidanzati devono anzitutto potersi sposare legalmente nello stato di residenza del firmatario richiedente. Ad esempio, al momento della presentazione della richiesta di visto, così come al momento del rilascio, devono essere entrambi maggiorenni e non già sposati tra loro o con nessun altro. Alcuni individui, come quelli con determinate malattie trasmissibili non trattate, coloro che hanno commesso crimini contro la morale, tossicodipendenti, persone che sono state precedentemente deportate dagli Stati Uniti e coloro che hanno compiuto atti di terrorismo o sono membri di un’organizzazione terroristica designata, non possono ottenere alcun visto di immigrazione.

Entrambi i fidanzati devono essersi incontrati di persona almeno una volta entro due anni prima di presentare la richiesta di visto. Questo requisito può essere revocato dal Department of Homeland Security, ma solo per i casi con forti tradizioni culturali o religiose che precludono tale incontro.

I richiedenti il ​​visto sono tenuti a dimostrare all’ufficiale consolare di avere un reddito o un patrimonio superiore a quello della soglia di povertà nello stato di residenza del firmatario. A entrambi potrebbe essere richiesto di presentare determinati documenti, come certificati di nascita e carte d’identità, per dimostrare la loro identità, nonché decreti di divorzio o atti di annullamento per dimostrare che sono idonei al matrimonio. I documenti precisi richiesti sono fissati dall’Ambasciata in ogni paese in conformità con quelli comunemente utilizzati in quel paese.

Considerazioni finali sulle frodi

Poiché il visto K-1 consente l’immigrazione immediata e l’idoneità lavorativa, negli Stati Uniti, è considerato una categoria di visti ad alto rischio frodi. Per affrontare in parte queste preoccupazioni, il Congresso approvò gli emendamenti per la frode nel matrimonio sull’immigrazione del 1986, che imponevano un periodo condizionale di due anni di obbligatoria residenza permanente di un coniuge.

Opinione comune degli americani è che il programma di visti K-1 sia ampiamente associato a matrimoni fittizi, e non sia sincero nella maggior parte dei casi.

Individuare una frode matrimoniale è di massima importanza per l’USCIS. I funzionari governativi sono appositamente addestrati per rilevare eventuali frodi. Gli attributi di una “relazione normale”, che dimostra la validità, possono essere il linguaggio o la religione comune, eventi e vacanze condivisi, finanze e proprietà cointestate e altro ancora, ma soprattutto è l’intenzione di avere una vera relazione coniugale.

Il matrimonio fraudolento è un matrimonio stipulato con l’unico scopo di aggirare la legge. Negli USA le conseguenze di un matrimonio conseguito al fine di eludere la legge includono la reclusione fino a cinque anni e una multa fino a $ 250.000 per entrambi i coniugi.

Altre preoccupazioni di frode includono truffe romantiche di routine o frodi romantiche, la cui vittima è unicamente il richiedente cittadino americano, così come i tentativi da parte di stranieri di pagare un americano per contrarre consapevolmente un matrimonio fittizio.

Seguici e condividi:

90 giorni per innamorarsi, green card, visti usa, visto k-1

Agenzia Matrimoniale You & Meet
di Roksolana Kopaigora
Partita IVA: 09207140964
Codice REA MI-2075724

SEDE OPERATIVA ITALIANA

Via Calori, 13
Locate di Triulzi Milano, Italia
Telefono: (+39) 389 8532140
(anche whatsapp)
Skype: you.and.meet
Email: info@youandmeet.it

FILIALE UCRAINA

St.Serova, 9
Dnipropetrovsk, UKR
Telefono: (+38)0932097930
(+38)0995562240
(+38)0974212074
Email: youandmeet@yandex.ru

SEGUICI SUI NOSTRI SOCIAL