La ricerca del partner ideale con l’aiuto di un sito matchmaker

La ricerca del partner ideale con l’aiuto di un sito matchmaker

Perché viene richiesto un pagamento da un’agenzia matrimoniale seria?

Sono 5 anni che lavoro come matchmaker in Italia. Conosco ormai alla perfezione le dinamiche degli incontri uomo-donna, specialmente all’inizio di un rapporto di coppia o in fase di corteggiamento.Generalmente l’uomo vuole sentirsi galante e quindi ha la tendenza a prendersi cura della donna, provando a dimostrarle che non le farebbe mai mancare nulla in caso di vita assieme. Le offre l’aperitivo, la cena, l’hotel. E poco importa se poi non scatta la scintilla.

Agenzia Matrimoniale di Milano

Quando si naviga su un sito di incontri o quando ci si affida ad un’agenzia matrimoniale come You&Meet le cose funzionano diversamente

E’ necessario che entrambi i partner si impegnino reciprocamente per dimostrare di arrivare con intenzioni serie ad un incontro. Se l’accesso al sito fosse totalmente gratuito, un po’ come accade per Tinder o altre App di incontri, agenzie matchmaker come You & Meet riceverebbero un’accozzaglia disorganizzata di informazioni e dati a cui sarebbe difficile dare un ordine logico e elevata probabilità di successo di un incontro. Si troverebbero a gestire una serie infinita di fallimenti, perché troppi uomini e troppe donne si registrerebbero solo per curiosità.

L’obbiettivo del mio lavoro è quello di organizzare incontri tra persone fortemente motivate a trovare un partner fisso e motivato

Per fare ciò al meglio, ho appurato che la registrazione iniziale è indispensabile per evitare che ci si ritrovi a perdere tempo con una persona poco concreta.Questo permette di fare una selezione mirata tra i partner, e di arrivare con le idee chiare alla video conferenza con l’interprete e la persona prescelta. Al momento dell’incontro quindi, l’impegno economico sarà minimo ma a carico di entrambi e servirà anche a garantire la serietà delle intenzioni reciproche: 30 euro per l’uomo e 100 grivna per la donna. Pagando questa piccola somma, gli utenti non saranno disposti a perdere tempo con domande inutili, come “qual è il tuo colore preferito”, ma si cercherà di rendere il primo colloquio proficuo fin dall’inizio, e le domande saranno volte a ricevere informazioni coerenti, organizzate ed elaborabili. Domande sulla routine quotidiana, sui propri eventuali figli ove esistenti, sulle abitudini o sulle filosofie di vita. Insomma è bene usare il tempo che abbiamo a disposizione nel modo più intelligente possibile.

Nessuno sarebbe disposto a spendere dei soldi per una semplice curiosità, con tutti i siti di incontri che offrono una ricerca non assistita del partner ideale!

Ma se entrambi pagano il lavoro del marchmaker, entrambi penseranno mille volte alle loro intenzioni. E così si risparmia tempo, si evitano delusioni, e si ha la certezza che entrambi i partner si stanno valutando in modo propositivo.

 

 

0 Comments

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*